IL PRIMO PENSIERO DI ESSE "MAMMA SCUSA NON VOGLIO USCIRE"

Red_Esse a Lignano Sabbiadoro con mamma
Red_Esse a Lignano Sabbiadoro con mamma

Red_Esse nasce nel 1985, un mercoledì di giugno, una bambina che ci ha messo un bel po' a venire al mondo, e sapete perché? Nooooo!!! Non perché i rossi sono i peggiori al mondo, lei aveva voglia di stare lì a dormire al sicuro, sapeva già che questa vita sarebbe stata una continua montagna russa, adrenalina alternata a momenti down, lei già lo sapeva mentre la madre spingeva e per 12 ore cercava di tirarla fuori, lei già viveva la sua prima battaglia "mamma scusa non voglio uscire".

Mamma mi ha partorita contro il mio volere ahahah

Come potete immaginare, Red_Esse, contrariamente a quel che voleva, venne al mondo e non fu nemmeno poi così male all'inizio, lo sappiamo tutti no? 

Mangia, dorme e c****, altroché "Mangia, prega, ama" la Roberts aveva tolto la cosa più bella al film, dormire....

Red_Esse amava dormire e parecchio, diede i soliti problemi di una neonata, coliche, convulsioni, febbre alta e via...un bel salto, dritti all'asilo.

Le tragedie dei bambini, io grande attrice protagonista

Posso parlare diretta adesso, piangevo quel giorno, una delle mie solite scene da film, ad Hollywood mi avrebbero chiamata subito, mi urinai addosso anche per la paura, sporcai persino un compagno ( eravamo seduti vicini ). 

Che belli quegli anni in cui i tuoi genitori ti vestivano ad occhi chiusi e tu andavi all'asilo e tutti erano vestiti bene, tranne te, tu facevi schifo alla quarta e in più avevi un casco di capelli rossi e ricci in testa. 

Il bullismo arriva quando meno te l'aspetti

"Ruggine, pel di carota, cestino, arancione non cambia colore, Pippi Calzelunghe ( magari tra l'altro ), strega ecc. ecc. ) Perché, se non ci avete fatto caso, tutte le streghe nelle favole hanno i capelli rossi e un porro sul naso orribile, e dai allora ditelo che siete razzisti un po' suvvia, ma comunque, tutto sommato però, l'asilo fu un periodo abbastanza felice, soprattutto i riposini pomeridiani, avevo la coperta della nonna, che donna ragazzi, ma lo vedremo più avanti. 

All'asilo ho fondato le mie prime amicizie e alcune le vivo ancora adesso, grazie ai social poi riesco a vedere che sono quasi tutti felicemente sposati con figli e ne sono orgogliosa. 

Per farla breve, l'asilo finì e arrivarono le elementari...come colonna sonora per questo momento vorrei usare la canzone dello squalo se possibile ( regiaaaaa ). 

Bullismo cosmico!

Facevo anche il pre-scuola, perché mia madre doveva andare in ufficio presto, in cinque anni ricordo moltissime cose, poche belle, a parte qualche amicizia. 

Ricordo le cicche attaccate nei capelli, mi verrebbe quasi da dire "speravate non mi crescessero più, geni indiscussi?", prese in giro perché ero alta, magra e bianca come il latte, i soliti soprannomi per i capelli e il "tu non puoi giocare o mi attacchi la ruggine". 

Per non farci mancare nulla mia madre mi mise due apparecchi in bocca e gli occhiali....ragazzi una figa da paura, riuscite a immaginarmi? Metterei una foto ma ancora mi voglio un po' bene ( ne metterò altre con i paesaggi che vi distrarranno dal soggetto ).

Una volta mi infilarono la testa nel wc durante un intervallo, la bidella ( una santa donna ) mi asciugò tutta la testa e rimise la fascia rosa come l'aveva messa mia madre, che non si accorse di nulla, quando sei grande, ragioni e sai come ti senti, allora, a parte la paura di affogare, l'ho presa abbastanza bene ( credeteci pfff ). 

All'intervallo mi chiudevo in bagno a mangiare la merendina per paura e se ve lo state chiedendo, no non l'ho mai detto a nessuno ai tempi, ma uno dei due geni, qualche anno più tardi mi chiese di uscire....a me? La ragazza con la testa nel wc?

Incredibile condividere ossigeno con certi elementi, avrei voluto dirgli tante cose, ma ricordo che dissi solamente "No".

Fermiamo questo bullismo ADESSO!

Vorrei solo che qualcuno si rendesse conto che alcune azioni o gesti hanno delle conseguenze, come quella volta intrappolata sotto ai banchi e presa a calci nella pancia, non respiravo più e tutto questo perché al mio compagno non volevo prestare la gomma da cancellare ( compratela si sa che quelli del segno dei gemelli sono egoisti! ). 

Potete chiederglielo se volete, racconta ancora questa favola come se fosse stata una cosa divertente ( probabilmente l'unico aneddoto che ha da raccontare mi pare di capire ). 

Conseguenze del bullismo a cui nessuno pensa

Oggi tutto questo, è chiamato bullismo e da quello che vedo, sento e ho subito ( in piccolissima parte sia chiaro ), ci sono conseguenze che magari si prendono con ironia come ho fatto io, diventando solo una str***a plateale o magari potrebbero essercene di peggiori. 

Non farò la morale a nessuno, ma avrei potuto diventare una serial killer per colpa vostra, o una violenta ( ironia ), invece penso di aver avuto parecchi riscatti. 

Venendo da una piccola città sul Lago Maggiore, ci si conosce tutti, ( lo so lo so, che sfiga ) e questi "piccoli esseri" poi erano lì mentre io crescevo, loro, invece, marcivano senza cercare la propria strada. 

Questo è quello a cui dovete pensare ogni volta vi venga fatto qualcosa, ad ogni umiliazione, concentratevi sul giorno del riscatto ( perché arriverà ve lo assicuro ) e se dentro state male....siete nel posto giusto. 

Via allo sfogo! Vi aspetto! Basterà cliccare qui accanto e raccontarmi la tua storia o semplicemente cosa ne pensi della mia...Clicca Contatti

Red_Esse

Leggi anche...

Io sono, tu sei, egli ascolta...e noi ci raccontiamo!